Moneta e debito – Parte 1

debito_pubblicodi Riccardo Tomassetti

Due dei concetti base per capire l’economia moderna sono la moneta e il debito pubblico di uno Stato. Quante volte abbiamo sentito parlare nei telegiornali o letto sui nostri quotidiani preferiti questi termini che però, a dire il vero, quasi mai ci vengono spiegati in modo semplice. Il risultato è che si genera sempre una gran confusione e non riusciamo a capire bene cosa ci stanno raccontando quei signori incravattati dei vari TG.  Proviamo a spiegare, in termini più semplici possibili, alcuni di questi argomenti partendo dalla base: cosa sono i soldi? Cos’è la moneta?

LA MONETA
Per capire esattamente cos’è e a cosa serve la moneta (i nostri soldi) dobbiamo operare una prima distinzione fondamentale. Nella società, nella nostra vita di tutti i giorni, esistono due tipologie di oggetti con cui abbiamo a che fare quotidianamente e che hanno una qualche utilità, in parole povere “servono” a qualcosa. Questi oggetti li chiameremo d’ora in avanti BENI.
Come dicevamo poc’anzi i BENI  sono solamente di due tipi: BENI REALI e BENI FINANZIARI.

I primi, I BENI REALI, sono tutti quegli oggetti concreti di cui ci serviamo giornalmente: l’automobile, il PC, una mela, un paio di occhiali, etc..etc.., sono oggetti che hanno un’utilità a prescindere dall’importanza che diamo loro. Un bicchiere d’acqua, per esempio, ha sempre un’utilità in se: dissetare.
IL BENE FINANZIARIO  invece è un oggetto che non ha un’utilità a prescindere da tutto, ma l’acquisisce quando qualcuno (bisogna essere almeno in due) decide di dare un significato ed un valore a questo oggetto. Se tu mi dai una mela ed io in cambio ti do un foglio di carta con su scritto “io ti devo una mela” e tu accetti questo pezzo di carta in cambio della mela, abbiamo appena creato un bene finanziario: tu hai in mano il mio “io ti devo una mela”. Questo pezzo di carta diventa automaticamente un tuo credito al quale corrisponde sempre un debito di qualcun altro, in altre parole tu puoi utilizzarlo in qualsiasi momento per avere una mela!
La MONETA quindi è un BENE FINANZIARIO ed assume significato solo se c’è chi la emette e chi accetta di utilizzarla e serve ad esprimere il valore economico di qualsiasi cosa possa avere un prezzo o possa essere quantificabile in termini economici.

Ogni moneta che noi possediamo, in qualsiasi forma essa sia (banconota, moneta metallica, credito bancario) possiamo utilizzarla per pagare tutta una serie di cose fino ad un massimo espresso dalla quantità di denaro in nostro possesso. Facciamo un esempio concreto. Se noi avessimo solo una banconota del valore di 50€ potremmo acquistare tutti quei beni che sommati avranno un valore di 50€. E’ come se sopra la banconota ci fosse scritto: qualcuno ha un debito con te del valore di 50€, quindi puoi utilizzare questo pezzo di carta per pagare quello che vuoi fino ad un massimo di 50€. Nel momento in cui si entra in possesso di una quantità di moneta, automaticamente si crea un CREDITO (la tua moneta) a cui corrisponde sempre un DEBITO (tutte le cose che puoi pagare con quel credito).

Tutta la moneta in circolazione, quindi, non è altro che un DEBITO, ovvero un
“IO DEVO A TE” un ammontare di beni di pari valore.

Nella seconda parte dell’articolo cercheremo di spiegare come nasce questo debito e com’è possibile gestirlo in base al tipo di moneta che si utilizza.

Fonte: http://www.memmt.info

 

Leave a Reply